TORCHE – “ADMISSION”. Una grande lezione di rock!

Non avevo mai considerato troppo i Torche fino ad oggi; la band di Miami l'avevo sempre sentita nominare, ma non ho mai provveduto ad approfondire la loro conoscenza. Fino all'uscita di questo nuovo Admission, che esce per Relapse Records dopo il vincente Restarter, considerato dai più il masterpiece attuale della band. La cosa che mi … Continua a leggere TORCHE – “ADMISSION”. Una grande lezione di rock!

BLEACHED – “DON’T YOU THINK YOU’VE HAD ENOUGH?”. Il disco dell’estate 2019!

La prima cosa che viene da pensare una volta che si finisce di ascoltare Don't You Think You've Had Enough? è: ma queste ragazze se fossero uscite con questo disco negli stessi anni del mitico Blue Album dei Weezer cosa avrebbero combinato? Ve lo dico io: avrebbero asfaltato tutti e tutto! Con la forza del … Continua a leggere BLEACHED – “DON’T YOU THINK YOU’VE HAD ENOUGH?”. Il disco dell’estate 2019!

THE GOTOBEDS – “DEBT BEGINS AT 30”. La grande festa del rock alternativo!

Prendete la scena grunge di Seattle, aggiungete un po' di noise rock à la Sonic Youth e di indie à la Pavement, mescolate con attitudine punk e per finire spolverate il tutto con una sana dose di vecchio rock'n'roll. Questa all'incirca è la formula sonora dei The Gotobeds, compagine di Pittsburgh che arriva con questo … Continua a leggere THE GOTOBEDS – “DEBT BEGINS AT 30”. La grande festa del rock alternativo!

MOON FAR AWAY – “ATHANOR EURASIA”. A cavallo tra Occidente ed Oriente!

The blank flag of the Europe The sign of the funeral feast What was a man the hanging rope Between the God and beast. Sono lontanissime percussioni, fruscii naturali provenienti da un altro tempo e un flebile pizzicare di corde, che via via diventa sempre più intenso e forte, ad aprire quello che si rivelerà … Continua a leggere MOON FAR AWAY – “ATHANOR EURASIA”. A cavallo tra Occidente ed Oriente!

HIBUSHIBIRE – “TURN ON, TURN IN, FREAK OUT!”. Japan fuzz trip from outer space!

Giappone, rock psichedelico, chitarre ricolme di fuzz, Acid Mothers Temple, infinite jam lisergiche, atmosfere ipnotiche e spaziali, la follia più totale. Questo è ciò a cui si va incontro quando ci si approccia a Turn On, Turn In, Freak Out!, secondo full lenght del power trio del Sol Levante Hibushibire, che arriva al traguardo di … Continua a leggere HIBUSHIBIRE – “TURN ON, TURN IN, FREAK OUT!”. Japan fuzz trip from outer space!

FUCK YOUR BIRTHDAY & SPACE MONKEY – “BLOW OUT THE CANDLES AND MAKE A SPLIT”. Un 7″ da non perdere!

Difficilmente parlerei di un Ep, ancor più difficilmente di un 7", ma in questo caso è doveroso fare un'eccezione, perché parliamo di uno split album che mi ha davvero colpito, forse perché in questo periodo questi suoni sono quelli che mi danno più soddisfazione, oppure più semplicemente perché ci troviamo davanti a due brani (in … Continua a leggere FUCK YOUR BIRTHDAY & SPACE MONKEY – “BLOW OUT THE CANDLES AND MAKE A SPLIT”. Un 7″ da non perdere!

SOULLINE – “THE DEEP”. Melodeath dalla Svizzera!

Quando si termina l'ascolto di The Deep, il nuovo disco degli svizzeri Soulline, non si può che pensare una cosa sola: questi suonano come se gli Eluveitie togliessero la componente folk dalla loro proposta musicale! Ok, ora che ho ottenuto la vostra attenzione (oppure vi ho perso completamente), posso dirvi che il paragone è volutamente … Continua a leggere SOULLINE – “THE DEEP”. Melodeath dalla Svizzera!

RITUAL HOWLS – “RENDERED ARMOR”. Electro-country e darkwave industriale al servizio del (post) punk!

Una bella sorpresina questo nuovo disco del trio di Detroit, che non avevo mai ascoltato con molta attenzione, ma che con Rendered Armor ha smosso decisamente il mio interesse maggiormente rivolto al lato oscuro e gotico del rock. Infatti, sebbene i Ritual Howls siano ormai in giro da diversi anni e si siano fatti notare … Continua a leggere RITUAL HOWLS – “RENDERED ARMOR”. Electro-country e darkwave industriale al servizio del (post) punk!

1782 – “S/T”. Dolor Y Doom!

Grazie ad una "campagna di marketing" attivissima sui social più influenti del momento e al freschissimo debutto in sede live, arrivano finalmente nelle casse del mio stereo degli Anni '90 i 1782, duo composto da Marco Nieddu (chitarra, basso, voce) e Gabriele Fancellu (batteria, cori), che a suon di grafiche notevoli sono riusciti a costruire … Continua a leggere 1782 – “S/T”. Dolor Y Doom!

GOLDEN ASHES – “GOLD ARE THE ASHES OF THE RESTORED”. L’inferno dorato di Maurice De Jong!

I dischi scoperti quasi per caso sono quelli che, se sanno colpirti, ti danno poi le soddisfazioni maggiori. Ed è un bene che dietro l'album di cui andremo a parlare oggi non ci sia il nome del suo creatore, bensì un monicker nuovo, tra l'altro non un granché innovativo, ma capace comunque di imprimersi bene … Continua a leggere GOLDEN ASHES – “GOLD ARE THE ASHES OF THE RESTORED”. L’inferno dorato di Maurice De Jong!